Associazione Cineforum Domodossola

 
z

25^ STAGIONE  -  2010/11

z
  Data Titolo Regista Interpreti Durata Naz.  Anno  
z
  1 18-Nov Il concerto R. Mihaileanu A. Guskov - M. Laurent 119' FRA 2009  
  2 25-Nov Happy family G. Salvatores F. Bentivoglio – M. Buy 90' ITA 2010  
  3 02-Dic Tra le nuvole J. Reitman G. Clooney - V. Farmiga 109' USA 2010  
  4 09-Dic L'uomo nell'ombra R. Polanski P. Brosnan - E. McGregor 128' FRA 2010  
  5 16-Dic Soul kitchen F. Akin A. Bousdoukos - M. Bleibtreu 99' GER 2010  
  6 13-Gen Mine vaganti F. Ozpetek R. Scamarcio -  C. Crescentini 116' ITA 2010  
  7 20-Gen A single man T. Ford C. Firth - J. Moore 95' USA 2010  
  8 27-Gen Il padre dei miei figli M. Hansen-Love C. Caselli - L. de Lencquesaing 110' GER 2009  
  9 03-Feb The last station M: Hoffman H. Mirren - C. Plummer 112' GER 2009  
  10 10-Feb Shutter island M. Scorsese L. Di Caprio - B. Kingsley 138' USA 2010  
  11 17-Feb La prima cosa bella P. Virzì V. Mastandrea - S. Sandrelli 116' ITA 2009  
  12 24-Feb Brothers J. Sheridan N. Portman - T. Maguire 108' USA 2009  
  13 03-Mar Triage D. Tanovic C. Farrell - P. Vega 96' FRA 2009  
  14 10-Mar Somewhere S. Coppola S. Dorff -  E. Fanning 98' USA 2010  
  15 17-Mar Green zone P. Greengrass M. Damon - J. Isaacs 115' USA 2010  
  16 24-Mar A serious man E. J. Coen M. Stuhlbarg - R. Kind, 105' USA 2009  
  17 31-Mar La nostra vita D. Luchetti E. Germano - R. Bova 100' ITA 2010  
  18 07-Apr L'uomo che verrà G. Diritti A. Rohrwacher - M. Sansa 117' ITA 2009  
  19 14-Apr Welcome P. Lioret V. Lindon - F. Ayverdi 110' FRA 2009  
     
                   
   

I risultati dei sondaggi della stagione 2010/11

Cinema Corso

ORARIO INIZIO SPETTACOLI: ORE 20.45

Con la collaborazione di:

FONDAZIONE COMUNITARIA VCO COMUNITA' MONTANA
VALLE OSSOLA
CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO OSSOLA
PREZZI PREVENDITA ABBONAMENTI
INGRESSO IN ABBONAMENTO: 50,00 €
INGRESSO STUDENTI SINO AD ANNI 18: 25,00 €
TESSERA PER 5 FILM: 25,00 €
-CINEMA CORSO (in orario   spettacoli)
-CASALINGHI CANUTO, VIA BRIONA

PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE


Quest’anno ricorre il 25° anno di vita dell’Associazione Cineforum.
Non vi nascondo che ci sarebbe piaciuto festeggiarlo con i nostri soci in maniera adeguata, anche più alla grande di quanto facemmo per il ventennale (pensavamo ad una serata con un regista importante).
Purtroppo questi sogni si sono infranti contro una realtà che ha messo addirittura in discussione la possibilità di effettuare la stagione. Il bilancio infatti della scorsa stagione è stato pesantemente negativo: abbiamo perso il 20% dei tesserati per l’intero ciclo e chiuso con un passivo di oltre 8.000 €. Sinceramente non ce l’aspettavamo. Abbiamo naturalmente cercato di capirne le ragioni, ed escludendo una scelta non gradita dei film (l’83% ha giudicato positivamente i film, solo il 3% ha dato un giudizio negativo e un film, “Gran Torino” ha avuto addirittura il 100% di voti 3, cosa mai successa!) e un’improvvisa quanto improbabile “disaffezione”, abbiamo dedotto che l’unica causa plausibile è la crisi economica, perché, anche se i prezzi delle nostre tessere sono decisamente popolari (2, 50 € a film!), quando ci sono periodi di congiuntura economica sono probabilmente le spese ritenute di carattere voluttuario le prime a subire tagli.
Per questo motivo non abbiamo voluto, nonostante il passivo quasi ce lo imponesse, aumentare i prezzi delle tessere, in quanto riteniamo che se la causa del deficit è quella individuata, un aumento avrebbe ulteriormente allontanato i nostri soci. Pertanto abbiamo mantenuto la tessera intera a 50 € (ritoccando solo il numero di film a 19), mentre abbiamo modificato la tessera a 3 film, portandola a 5. Non sappiamo se ciò sarà sufficiente a recuperare i 100 soci persi, ma sappiamo che se questa stagione dovesse segnare un’ulteriore perdita di adesioni, probabilmente l’Associazione Cineforum si avvierebbe ad una triste quanto inevitabile chiusura.
Veniamo ora a qualche cenno sulla stagione che andiamo ad inaugurare giovedì 18 novembre.
Anche quest’anno la presenza maggioritaria è del cinema statunitense con 7 pellicole, seguito dal cinema nazionale con 5, da quello francese con 4 e tedesco con 3.
Di altissimo livello la squadra americana, a cominciare dal Leone d’oro 2010 (erano anni che non riuscivamo ad averlo nello stesso anno) “Somewhere” di Sofia Coppola, che ci racconta di quel filo sottile e pieno di dolcezza che lega un padre alla figlia, per passare a “Shutter Island”, psicothriller ad alta tensione del grande Martin Scorsese, con un Di Caprio sempre più bravo; avremo anche la possibilità di vedere l’ultima fatica dei geniali fratelli Coen, “A serious man”, dedicato alle loro radici ebraiche, “Tra le nuvole”, godibilissimo film che ci diverte, ci commuove ma ci fa anche riflettere sul momento storico che stiamo vivendo, con un George Clooney in forma smagliante e, per concludere la parata degli attori hollywoodiani più amati dalle donne, il Matt Damon che sfida Al Qaeda in “Green zone”.
Regge bene il confronto con il cinema a stelle e strisce, il cinema italiano, rappresentato da collaudatissimi registi come Gabriele Salvatores (“Happy family”, dedicato a quanti sono presi dai tanti timori che attanagliano la nostra società, con un ottimo cast, Abatantuono, Bentivoglio, Buy), Ferzan Ozpetek (“Mine vaganti”, spaccato di una famiglia patriarcale tipicamente italiana e tradizionalista che non sa accettare la diversità e non sa vivere al di fuori delle convenzioni), Paolo Virzì (“La prima cosa bella”, dove Virzì tocca i tasti giusti per commuovere e divertire allo stesso tempo sul tema della riscoperta da adulti del sentimento verso i genitori, che al giorno d’oggi diventa sempre più pressante). Infine vorremmo citare un film che davvero onora il cinema italiano e che è stato il vincitore morale del Festival del cinema di Roma 2009: “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti, contributo civile di memoria storica su quell’infamia criminale che fu la strage di Marzabotto.
Vorrei chiudere questa breve presentazione comunicandovi che nasce quest’anno una collaborazione fra l’Associazione Cineforum e il CSV (Centro Servizi Volontariato); abbiamo individuato alcune pellicole le cui tematiche sono molto vicine agli obiettivi di alcune Associazioni di volontariato che fanno capo al CSV: da qui è nata una sinergia che si concretizzerà con una breve presentazione delle loro attività da parte di queste Associazioni nelle serate dei film individuati.
Infine l’auspicio, quest’anno più pressante che mai, che i nostri fedelissimi non ci abbandonino e che chi ci ha lasciato possa tornare ad assaporare serate di buon cinema!

Il Presidente dell’Ass. Cineforum
Mauro Magrì